Vi prego lasciate un commento

Cari lettori, lasciate un vostro commento, bello o brutto, ma mi fate capire che quello che sto scrivendo interessa a qualcuno

sabato 24 dicembre 2011

Notte di Natale

Ciao a tutti e BUON NATALE,
in Italia il Natale e' arrivato 6 ore fa, ma qui la vigilia come si e' vissuta?
Dalle 12.00 alle 14.00 tutti gli uffici, i negozi, hanno chiuso, i ristoranti sono rimasti aperti fino alle 16.00-17.00, poi tutti a casa.
Noi siamo a casa e dalle 23.00 circa sono iniziati i fuochi artificiali, botti, tric e trac.
Ogni famiglia ogni tanto esce e spara quello che ha. La musica si sente nella "CALLE" (nella via ),  bimbi impazienti nella  calle giocano, sparano i finti botti aspettando la mezzanotte.
Usanza strana, la cena iniziera´dopo la mezzanotte.
Per me i panamensi, sono un po' "confundido" a Natale i botti che sembra Piedigrotta, a Capodanno buio, pochi fuochi, mah!.
Un buon Natale a tutti
ci sentiamo presto
vi anticipo che nel 2012 ci saranno delle "novita'"

mercoledì 21 dicembre 2011

Natale

Hola a tutti e
Buon Natale a voi  alle vostre famiglie.
In tutta onestá io, lo spirito natalizio  non lo sento, forse la mancanza di neve, di freddo, forse perché le giornate sono tutte uguali 12 ore di luce e caldo 12 ore di buio e caldino, in realta' dove viviamo ore di notte fa fresco, si  dorme con il copriletto e lenzuolo.

I negozi sono pieni di addobbi da settembre,mi hanno stancato, oggi ti fanno il 30% di sconto se compri le lucine. quasi tutte le case hanno qualcosa come 200-300 luci sono belline da vedere, ma non danno lo spirito del natale.

io ho comprato qualcosa come 500 luci, ma non ne ho appesa neanche una, non ho voglia.
Il traffico é degno della milano natalizia, 1 ora 500 metri, se si aggiungono i lavori per la metropolitana, allargamento corsie, palazzi nuovi etc sembra di stare veramente a milano.

Comunque il sindaco quest'anno ha fatto le cose in grande a parco "Omar" hanno fatto la "citta' natalizia" luci, presepio, babbi natali etc, molto suggestivo di notte.
La stessa cosa, ma molto piú in grande si trova sulla "cinta costiera"

Concludendo BUON NATALE A TUTTI

venerdì 9 dicembre 2011

Giornata quasi perfetta

Hola a tutti voi,
come state?
So che in Italia é iniziato l'inverno, nebbia, freddo, qui invece é iniziata l'estate.
La temperatura é sui 28-30 gradi, ventilato, cielo azzurro ora capite perché vivo qui.
Oggi é stata una giornata quasi perfetta, al lavoro siamo riusciti a fare tutto, domani si riposa (in realtá prepareró il ripieno dei ravioli), domenica pranzo in riva al mare a Veracruz (non in Messico).
Usciti da lavoro siamo andati ad Amador, per potare dei ravioli ad un cliente, dopo tornando stava piovigginando ma c'era il sole e ragazzi che spettacolo.
Originariamente Amador non esisteva, erano tre isole (Isla Naos, Isla Perico,Isla Flamenco) situate di fronte Casco Antiguo quindi di fronte alla Bahia de Panamá, poi con la terra del canale all'inizio del 1900 le hanno unite e adesso sono una penisola ed é nato Amador.  Ebbene tornando da qui guardando verso la Bahia c'era un arcobaleno che partiva dal dietro ai grattacieli di Punta Paitilla e facendo un semicerchio molto alto in cielo, affondava nell'oceano pacifico, si potevano vedere distintamente tutti i suoi colori, peccato che non avevo la macchina fotografica con me.
Andando verso casa, noi abitiamo a Las Cumbres, siamo passati per Albrook Mall, c'era molto traffico, cosa volete: venerdí, gli statali hanno preso il "decimo" , una sorte di tredicesima, quindi tutti a spendere ad Albrook Mall,  ci siamo fermati per comprare una chiavetta USB, ecco come rovinarsi la serata.
Come detto oggi gli statali hanno preso il "decimo" quindi erano tutti ad Albrook, e potrei giurare che erano tutti ad Hometeck. Come funziona da un pó di tempo gli acquisti in questi negozi: tu entri, il commesso subito si fa avanti e ti chiede se puó aiutarti, tu gli dici cosa vuoi, tutto bene compri la merce, ecco il punto. Devi dare il tuo nome e cognome per la fattura, poi vai in cassa (ecco la prima coda), qui dai il tuo nome, viene stampata la fattura, paghi e con la fattura vai all' "Entrega" (Ritiro) ecco la coda interminabile. Un solo commesso voi gli date la fattura lui va nel retro e cerca sugli scafali la merce, poi esce, e vi apre il pacco, se si puó accende quello che avete comprato per far vedere che funziona, controlla che ci siano manuali, cavi cavetti batterie etc, solo allora vi consegna la merce, ebbene questa é una grande idea, cosí non si hanno sorprese a casa, ma noi dovevamo ritirare solo una chiavetta USB, non andava accesa, non aveva manuale non aveva cavetti e abbiamo aspettato 40 minuti mentre alla signora davanti a noi le venivano mostrate i suoi acquisti (ve li elenco perché  ho guardati anch'io se funzionavano) PS2, Xbox, Cellulare BlackBerry, macchina fotografica digitale e RAGAZZI/E credeteci  ha scattato la foto per far vedere che funzionava, 40 minuti ero furioso, dopo che ha fnito abbiamo potuto chiedere la chiavetta 10 secondi. Non possono mettere un "Entrega Rapida" per oggetti che non richiedono visione?
Poi siamo andati a mangiare al Food core e qui "Leñas y Carbon", non tradisce mai, cosí abbiamo riaggiustato la giornata.
Un saluto a tutti

Dimenticavo ieri 8 dicembre in Italia si festeggia l'Immacolata, qui lo mismo (lo stesso) peró festeggiano anche la festa della Mamma, quindi auguri a tutte le mamme

domenica 20 novembre 2011

La vera Domanda che bisogna porsi

Ciao a tutti, 
Vorrei ringraziarvi per la vostra tenacia nel seguire questo blog, scritto in italiano scorretto (nota di mia moglie), ma io scrivo di getto, se comincio a correggerlo mi sembra di non dare piú il messaggio che voglio trasmettere.
Non voglio scoraggiare nessuno, peró non voglio fare come altri che fanno credere che Panamá é un paradiso, che con pochi soldi si viene qua e si fa tutto (forse in zone disabitate, forse qualche anno fa), preferisco fare il pessimista, "la voce del diavolo", piuttosto che vedere persone che arrivano qui si disilludono, o perdono i loro soldi, perché non trovano quello che io avevo fatto credere.

Il "manuale il sopravvivenza", é un post scritto per far vedere delle situazioni che capitano, o che possono capitare, che non sono per fortuna il 100% dei casi, ma soprattutto é scritto per far capire con che spirito prendere quello che succede qui.
La nostra cultura, la nostra societá, ci fa giudicare e rispondere ad ogni situazione in un determinato modo, ma esistono altre culture e altre societá che la medesima situazione la vivono in modo totalmente opposto al nostro pensiero.Vivendo qui bisogna prima di tutto capire e accettare il loro modo di pensare e di vivere, altrimenti si diventa matti.

La vera domanda che uno si dovrebbe porre, secondo me é:
" VADO VIA DALL'ITALIA, PERCHÉ VOGLIO CAMBIARE STILE DI VITA, VOGLIO VIVERE IN MODO MENO STRESSATO, I SOLDI SONO IMPORTANTI, MA NON É LA RAGIONE PRINCIPALE PER CUI VADO VIA".
Se vi fate questa domanda allora potete venire a Panamá.

Qui a Panama lo stile di vita é molto diverso dal nostro, i tempi sono meno incalzanti, tutto é a  misura d'uomo, il tempo é tempo NON é denaro, qui si puó fare tutto all'interno di poche regole. Di contro abbiamo  gente non puntuale, si vive alla giornata, poca professionalitá (ma loro non la richiedono), tutti qui fanno i muratori, gli idraulici, l'elettricista etc. in quanto con i pochi soldi che hanno non possono permettersi di avere professionisti, quindi si arrangiano.
Se uno viene qui per fare l'impiegato, a meno che non entra in un'azienda come manager,  percepisce lo stipendio panamense dai 500$ in su dipende, ma difficilmente arriverá a 1500$.
il costo della vita, per noi, che abbiamo usi e costumi diversi da loro, é alto (relativamente a quello che si percepisce).
Quindi, si viene qui, per creare un "azienda", con un inizio difficile, finché non si capisce e si entra nel sistema, si cerca di far lavorare i panamensi, con i loro ritmi e i loro tempi, cercando di NON cadere nella trappola mentale che noi siamo italiani e sappiamo tutto e sappiamo fare tutto meglio degli altri, anche se tutto ció é vero.
Ricordatevi Non c'é peggior sordo di chi non vuol sentire e 
Non si puó insegnare a chi non vuole apprendere

I soldi,  qui forse si possono fare, ma per fare soldi, come in tutte le parti del mondo, bisogna avere soldi, per la maggior parte della gente con un capitale medio, puó comprarsi una casa, inventarsi un lavoro e con quello che incassa vivere, se poi uno ha fortuna e trova il canale giusto i soldi arriveranno, ma ci vuole tempo. 

VI RICORDO che questi sono miei pensieri, NON é vangelo quello che scrivo, ma solo pensieri e considerazioni fatte per esperienze giornaliere che io vivo e che  percepisco secondo la mia mentalitá.

Un saluto a tutti

giovedì 17 novembre 2011

Manuale di sopravvivenza

Ciao a tutti, di seguito un breve "Manuale di sopravvivenza a Panamá" cioé quelle cose che potrebbero darci fastidio, ma con le quali dobbiamo convivere:

1. Nei negozi/ristoranti:
 quando si entra  in un negozio, molto spesso si ha la sensazione di entrare nel frigo, aria condizionata puntata sui 16 gradi e le commesse con golfini e  maglioni, ma alzate l'aria condizionata a 22 gradi (fuori abbiamo temperature sui 30 Gradi) e non mettete i golfini, QUINDI portarsi dietro maglioncino,

Le commesse: qui ci sono due casi:
a. la commessa che come entri, ti chiede se hai bisogno e rispondendoli :"grazie guardo, poi la chiamo" ti segue ovunque
b.la commessa che tu chiami e lei viene solo per farti un favore e puoi leggere sulla sua faccia il seguente messaggio: "Gentile cliente che mi sta molestando, Lei deve sapere che io dovevo essere l'Amministratore Delegato del Banco General, e solo momentaneamente sono qui a fare la commessa, percui ti daró quello che mi chiedi, senza fare nessuno sforzo per accontentarti"

Le code
qui le code sono interminabili, code per la cassa dei super, code in banca, code ovunque, il lato positivo é che nessuno si spazientisce, quindi nessuno comincia a dire"uffa che barba, ma perché non si muove" accrescendo il tuo stato d'ansia, ma chi ti deve servire sembra che faccia di tutto per aumentare il tempo di permanenza, per non parlare dei clienti, piú di una volte mi é capitato da McDonald dopo 20 minuti di coda la persona davanti a me arriva alla cassa per ordinare e chiede: "Come é fatto il BigMc?" e io la manderei a v..., come c...o vuoi che sia fatto: un hamburger, con insalata accompagnata da patatine fritte, qui si vendono solo hamburger, e la commessa gentilmente le racconta ingrediente per ingrediente, e alla fatidica domanda, ma puó non mettere il ketchup mi viene voglia di ammazzarla, sono anni che vieni qui a mangiare e proprio oggi, che c'é coda ti viene voglia di fare queste domande. Invece  sto zitto e aspetto il mio turno.

Le mance
Qui c'é uso lasciare la mancia, il problema é che adesso nel conto scrivono alla fine della ricevuta:
PROPINA CONSIGLIATA 10% mettono il valore e lo sommano al conto (potete farlo togliere), ma il cameriere poi vuole un'altra mancia e ci sono alcuni che la chiedono.

2. vita sociale
Quello che mi fa imbestialire sono gli appuntamenti: "ci vediamo domani alle 20.00", in questa frase ci sono due bugie.
la prima ci sono buone probabilitá che domani quella persona non verrá, senza comunicartelo per tempo, il giorno prima ti chiama 10 volte per confermare l'appuntamento
la seconda NON arriverá MAI alle 20.00, nella migliore dell'ipotesi 20.30, ma anche 21.00, 21.30 e se la chiami al cellulare alle 20.00 ti dirá che é per strada in 10 minuti é lí. BUGIA!! é ancora a casa, da quel momento in poi non risponderá piú alle tue chiamate

3. In casa
Se avete una signora che vi pulisce ( siete fortunati se viene sempre) da mia mamma un giorno la signora non é arrivata quando si é presentato il giorno seguente alla domanda perché non si era presentata e perché non aveva chiamato per avvisare ha risposto: " Ieri pioveva forte e non avevo soldi sul cellulare per chiamare",signori qui piove 6 mesi l'anno, non aggiungo altro.
Comunque la signora delle pulizie non stira, qui non si stira e se chiedete il motivo la spiegazione é la seguente:
"stirando, il caldo del ferro o del vapore, riscalda la persona, quindi dopo aver stirato lei non puó né farsi la doccia, né uscire, né fare nessuna attivitá fino a quando non avrá dissipato il calore per aver stirato" PER FAVORE NON RIDETE.

4. In strada
Premessa il Popolo Panamense NON HA EDUCAZIONE CIVICA detto questo, potrei aver finito, ma faccio un paio di esempi:
Quando passa una donna, soprattutto se attraente, TUTTI gli fischiano o fanno apprezzamenti.
Mentre state camminando i taxi vi suona, e per esempio voi avete bisogno del taxi, vi avvicinate e gli dite dove dovete andare, avete il 50% di probabilitá che vi risponderá che lui non va da quella parte.
In auto
Se siete persona particolarmente nervose quando guidate questo paese non fa per voi.
State guidando tranquillamente la vostra auto, davanti a voi il taxi, improvvisamente si ferma,in mezzo alla strada, senza freccia, senza niente, si ferma per caricare un cliente? dipende se il cliente va nella stessa direzione di dove va lui (come detto sopra). Voi inchiodate per non fare l'incidente, aspettate interminabili secondi, che si sbrighino le varie formalitá e vi imbestialite se parte senza cliente, fa 10 metri e si riferma.
Siete in coda al semaforo scatta verde e nel medesimo istante la centesima macchina della coda inizia a suonare il clacson, qui suonano il clacson, per tutto, per dirti di non passare e per dirti di passare, per avvisarti che stanno arrivando( e sono lontani 30 metri).
In autostrada, in coda tutti vanno sulla corsia d'emergenza, che nervi. Nella strada normale, ti superano sulla destra, salgono sul marciapiede(quei pochi che ci sono) al semaforo davanti a voi coda, scatta verde, e quelllo dietro vi supera sulla destra, si mette nel mezzo dell'incrocio, cosí quando scatta verde per quelli dell'altra parte non si muove nessuno e si formano CODE, CODE code, code   

DIABLO ROJO, questa specie di autobus, destinata a sparire alla fine dell'anno, con sollievo di tutti sono la causa princiapale degli incidenti, viaggiano a sinistra, tagliano la strada per fare fermate inesistenti, ti superano sulla dx e poi rientrano tagliandoti la strada, passano con il rosso, bloccano gli incroci per fortuna spariranno.

PARCHEGGI
Ogni negozio ha il suo parcheggio assegnato, se entrate nel super e poi dovete andare al negozio a lato sono capaci di farvi spostare la macchina, violentateli la moglie uccideteli la mamma, Ma NON parcheggiate nei posti macchina riservati.
Un giorno dovevo andare in una agenzia immobiliare, mi fermo  in un parcheggio VUOTO, qui potevano solo parcheggiare i clienti della pasticceria, scendo dalla macchina e cerco di capire dove si trovava l'agenzia immobiliare, esce la signora dalla pasticceria iniziandomi a dire che lí non potevo parcheggiare, mandarla al diavolo é stata questione di 1 secondo, allora arriva un signore  e mi dice che ero maleducato e io a spiegare che stavo cercando l'agenzia immobiliare e che invece di sbraitare che non potevo parcheggiare, mi poteva aiutare dicendomi dov'era, cosí me ne sarei andato e l'avrei lasciato libero il suo decimo posto macchina .

BIENVENIDOS A PANAMÁ


domenica 6 novembre 2011

Ristoranti italiani

Mi ero ripromesso di non parlare di ristoranti, per non fare pubblicitá positiva o negativa, ma essendo che ora ci  sono 3/4 ristoranti italiani che vale la pena andare a mangiare: naturalmente questi sono quelli che conosco e che vale la pena parlarne, poi ognuno ha i suoi gusti.
1. il VECCHIO FORNO, il titolare Gennaro laziale che ha vissuto in venezuela , ha ricreato la vecchia trattoria si mangia solo antipasti (4) pizza e pasta,qualitá buona e prezzi onesti
2. LIMONCILLO, Andrea piemontese, propone pochi piatti, ma molto ben fatti, l'ambiente é piu' romantico, accogliente, i prezzi non sono particolarmente alti.
3 CIAO BELLA PIZZA Alfonso siciliano fa solo pizza un piccolo locale dove si mangia, rapidamente e con gusto sempre con prezzi giusti   
4 CASA TUA, qui Massimo salernitano ha una cucina piú raffinata, la prenotazione é quasi obbligatoria essendo il locale piccolo, i prezzi sono in linea con il tipo di cucina.
Ci sono altri ristoranti pseudo italiani, cioé il proprietario é un venezuelano figlio di italiani che si spacciano per italiani e cucinano male

Comprato Casa, il trasloco

Ciao a tutti,
dopo 4 anni di affitto, stiamo comprando casa, il mutuo dovrebbe essere approvato,comunque noi ci siamo giá trasferiti nella nuova casa (per il momento siamo in affitto, ma abbiamo l'opzione di compra).
Il trasloco é stato drammatico, abbiamo chiamato una ditta de "MUDANZA" che giá conoscevamo, sono arrivati, prima mi hanno chiesto 200$, poi hanno visto i mobili che hanno chiesto 450$, gli ho detto che erano scemi cosí siamo arrivati a 300$.
L'aumento era dovuto al fatto che secondo loro dovevano smontare tutto il mobile della sala, mentre io gli spiegavo che bastava togliere le viti che univano i vari pezzi.
Si sono presentati con 3 cacciaviti, 2 a croce e uno piatto, tutti e 3 spuntati, li ho mandati a quel paese e gli ho detto che smontavo io i mobili e loro dovevano solo trasportarli, cosí nel giro di 3 ore ho fatto il trasloco.
Ora ho finito di rimontare il mio mobile e la libreria (il problema é che le case qui sono alte 2.40m massimo, mentre in italia abbiamo casa con soffitti alti 2.70m e io ho una libreria alta 2.40m e il mobile era montato per i 2.60m, va beh essendo modulare lo composto in altro modo).
Altro consiglio NON COMPRATE mobili in kit, noi abbiamo preso una cassettiera smontata l'ho montata e i molti cassetti sono storti, non si chiudono. Il problema é che molte volte quello che si trova nei negozi é l'unico pezzo e non ne arriverá altro, quindi ti tieni il pezzo cosí com'é..
La casa ha bisogno di piccole modifiche, i quanto noi europei, abbiamo un nostro modo di vedere e vivere la casa diversa dai latini comunque ci piace, ci troviamo bene, i vicini non sono particolarmente rumorosi.


giovedì 3 novembre 2011

novembre

Hola a tutti voi,
finito tutti i traslochi, quello di mia mamma, il nostro, abbiamo cambiato casa, Forse sono tornato alla VITA NORMALE.
Novembre é il mese di "Fiesta Patria",
cioé le feste nazionali di Panamá
3 novembre separazione dalla colombia
5 novembre separazione di Colon dalla colombia
10 novembre proclamazione d' Indipendenza dalla spagna
28 Indipendenza dalla Spagna
Qundi tra feste, ponti e cerveza si lavorerá ben poco, poi arriva dicembre , fine dell'anno scolastico, 8 dicembre festa della mamma, natale e capodanno e arriva l'estate
In questo periodo mi sento euforico, come mi sentivo all'inizio della primavera in italia, tanta voglia d fare che scoparirá entro un mese
Un saluto a tutti voi

martedì 18 ottobre 2011

Un pó di divertimento

Ciao,
volevo farvi vedere questa foto che ho scattato nel Centro Commerciale Los Andes a Panamá.
Questo per informarvi che il presidente del consiglio a pensato ad un nuovo lavoro, c'é scritto "prossima apertura" , sta sul generico, ma sicuramente nel 2013.
Grazie di ricordarmi che esisti, io ogni giorno ci  passo davanti.
un saluto a presto
stefano

sabato 15 ottobre 2011

La nuova moneta

Ciao, a tutti, eccomi qua
da Agosto , a Panama é in giro la nuova moneta, non allarmatevi, il Dollaro rimane, ma insieme é stato coniato UN  BALBOA. Quindi ricapitoliamo, prima c'era :
Monete
1 cents di dollaro e 1 cents di balboa 
5 cents di dollaro e 5 cents di balboa in linguaggio della strada "Real"
10 cents di dollaro e 10 cents di balboa in linguaggio della strada "Dime"
25 cents di dollaro e 25 cents di balboa in linguaggio della strada "Cuara"
50 cents di dollaro e 50 cents di balboa in linguaggio della strada " Peso"
ora hanno aggiunto la moneta Balboa
1 Balboa

le banconote rimangono 
1,2,5,10, 20 dollari americano
ATTENZIONE
I 50 e 100 Dollari pur esistendo, non vengono mai usati, Tanto che se andate in qualsiasi negozio con 50$ o 100 $, viene  compilato un modulo e dovete avere con voi un documento di riconoscimento (il passaporto se non vivete qua), sul modulo viene scritto il numero di serie, il vostro nome e cognome un numero di telefono e dove abitate, voi dovete controllarlo e firmarlo, questo perché ci sono in giro banconote false. Per cui se venite qui o vi portate banconote da 20$ oppure se volete evitare tutta questa trafila nei negozi, si va in banca o al casinó a cambiarli in banconote da 20$.

ecco le monete, mi manca i 5 cent di balboa e i 50 cents


Il Balboa non sembra le nostre vecchie 500 Lire?
un saluto

mercoledì 12 ottobre 2011

E' Arrivato l'inverno

Ebbene si, anche a Panama c'é l'inverno, un po´diverso dal nostro.
La temperatura é intorno ai 18 gradi, piove, ma non l'acquazzone tropicale, ma la pioggia inglese. Durerá fino a Dicembre, certo ci saranno giornate di sole, anche senza pioggia, ma la notte la temperatura é piú fresca (quindi invernale per il panameño).
A ricordarci che siamo in inverno sono i negozi che hanno giá messo in vendita gli adobbi natalizi.

domenica 25 settembre 2011

I Cambiamenti di Panamá

Oggi Panamá city é un grande cantiere aperto, sono iniziati i lavori per la prima Metropolitana data prevista per il servizio 2013, anno in cui ci saranno di nuovo le elezioni. Dopo aver visto che che in 3 anni hanno fatto la Cinta Costiera lavorando 365 giorni per  24 ore penso che sicuramente avremo la Metropolitana per la data prevista. Nuovi centri commerciali stanno nascendo, altri grattacieli, nuovi progetti per costruzione di centinaia di migliaia di case (l'appartamento é la casa nei grattacieli e costa di piú, la casa é la villetta é costa meno). Rifacimento di infrastrutture, insomma Panamá da paese latinoamericano vuol darsi un vestito europeo, anche se l'anima rimarrá sempre latinoamericana.
Io sono nato nel 1965, quindi i boom economico italiano non l'ho vissuto, ma penso, é una mia opinione personale, che qui stia per iniziare qualcosa di analogo.Non volendomi schierare con nessuna parte politica, devo dire che il Presidente Martinelli, sta dando una scossa a questo paese, quando venivo in vacanza e il primo anno che vivevamo qui, Panamá era una cittadina delle nostre campagne, con parchi un po´in stato di abbandono, Casco Vejo decadente, le strade poche e piene di buche (ahimé quelle sono rimaste, meno, ma sono rimaste) un paese addormentato ch viveva nella routine, oggi invece i parchi sono stati sistemati, strade nuove e ampie sono state costruite Casco Vejo sta rinascendo etc, insomma Bravo Martin (scherzosamente mi permetto di chiamare cosí il Presidente).

sabato 24 settembre 2011

Il mio viaggio in italia

Sono stato in italia, come vi ho detto, per motivi di salute di mia mamma, e sono rimasto sconvolto dai ritmi della vita italiana, cominciavo a dimenticarmeli. Ed ho apprezzato di piú Panamá, questo paese avrá i suoi mille difetti come tutti gli altri, ma ha un grandissimo pregio, questo é un paese di servizi, dove tutto é orientato a soddisfare i bisogni dei cittadini, ripeto per l'ennesima volta, supermercati sempre aperti, FARMACIE sempre aperte. Apro una parentesi, un sabato mia mamma, tornata dall'ospedale. necessitava di un farmaco che aveva finito venerdí  e me l'ha detto sabato pomeriggio, ho fatto una crociera per milano per trovare la farmacia di turno aperta. Dico una crociera in quanto in un anno che mancavo , mi hanno spostato fermate degli autobus, soppresso autobus, cambiato giro degli autobus, modificato la segnaletica delle fermate, una volta c'era il pannello con il percorso, ora solo un display che ti dice i minuti che mancano all'arrivo del bus, ma se io non so dove andare cosa faccio?
I parcheggi l'incubo, strisce gialle, chilometri di strisce gialle ed io "straniero", nel senso che non vivo a milano, dove parcheggio?strisce blu, ma dove si trova sto c...o di ticket, mettere le macchinette no, costa troppo.
La sera, ed era giugno - luglio le strade semideserte giá alle 9.00 di sera.
Forse mi sono abituato troppo bene in questa piccola nazione, che come dicono alcuni delle persone che conosco "del terzo mondo", sará del terzo o quart mondo non só, ma qui la qualitá della vita é decisamente migliore.

Eccomi qua

Ciao a tutti,
sono stato assente sul blog per tutti questi mesi, solo per motivi familiari.
Sono dovuto tornare in Italia in quanto mia mamma non stava bene, ci sono rimasto due mesi e poi sono tornato a Panama con mamma, per questo motivo non ho avuto molto tempo da dedicare sia al blog che ad altre attivitá, ma ora é tornata la normalitá ed eccomi qua.
Ringrazio chi mi ha scritto per chiedere come mai mancavo.

domenica 22 maggio 2011

TAXI un doppio incubo

Buongiorno a tutti,
oggi vi parlo di un servizio pubblico, scarsissimo a Panama: il taxi.
Il taxi é un incubo per chi guida, in quanto questi "autisti" decidono di andare a destra, a sinistra fermarsi senza pensare a chi li segue, e per questo sono motivo di continui micro tamponamenti e quindi di traffico.Un faccio un esempio, siamo su Transismica, una delle arterie principali di Panama, voi conducede sulla corsia di destra e a sinistra avete un taxi, questi vi supera e poi vi taglia la strada per andare a "tentare di prendere" un cliente. Esí signori a TENTARE DI PRENDERE, in quanto se il cliente non va nella stessa direzione dove sta andando il taxi rimane a piedi. Mi spiego meglio: decidete di prendere un taxi, andate in strada e fermate uno dei centomila taxi che ci sono a Panama, prima di salire dovete chiedere "SE VI PORTA E DATE L'INDIRIZZO", puó succedere 1 volta su due che vi sentiate rispondere "NO VOY, NON VADO", quindi dovete aspettare un altro taxi e ripetere la procedura, se siete fortunati al secondo, terzo salite, se invece siete sfortunati potete rimanere li per moltissimi minuti e aver chiesto a moltissimi taxi. UNA COSA INCIVILE.
Una cosa importante dopo aver dato l'indirizzo di dove dovete andare CHIEDETE il costo della corsa, qui non ci sono i taxsametri, si patteggia ogni corsa, 1,5$ nella zona, 2-3$ nelle zone vicine per l'aeroporto una volta era 20$ ora non so.
Una domenica sono rimasto senza macchina, ho chiamata il radiotaxi avevo 5 numeri) per delle ore alla fine uno mi ha risposto dicendomi che forse il taxi sarebbe arrivato in un paio di ore. E non vivo in mezzo ai monti.
Peró i taxi fanno car sharimg, ebbene si mentre voi siete sul taxi, questi si puó fermare a caricare tranquillamente altri passeggeri che vanno nella vostra stessa direzione. 
Quando piove é quasi impossibile trovare un taxi, eppure 1 macchina su 3 é colorata di giallo ed ha la scritta taxi, qui la stagione delle pioggie dura 6 mesi, é vero che non piove ininterrottamente, ma fa un acquazzone di un ora e poi passa, ma se in quell'ora dovete usare il taxi...Buona Fortuna

domenica 15 maggio 2011

Assicurazione importantissima

Salve, sta finendo una settimana terribile.
Martedí sera sono stato morso da un cane, mi ha lacerato il labbro superiore.
Sono andato d'urgenza all' ospedale san Fernando e qui l'accettazione la prima cosa che ha chiesta é se avevamo l'assicurazione. Per fortuna che io, diversamente a molti italiani che vivono qui  anche da anni, ho fatto un'assicurazione sulla salute ed ho avuto ragione. 
In ospedale sono stato trattato benissimo, dopo un'ora circa é arrivato un chirurgo plastico, ma ha pulito il labbro, mi ha medicato e mi ha detto che il giorno dopo, mi avrebbe operato. Dovendo operare il labbro, in anestesia totale, ed io  avendo cenato da poco doveva rimandare l'operazione il giorno dopo. Sono stato alloggiato in una suite singola, con bagno, televisore, divano, poltrona con poggi gambe, in modo che un'altra persona piú rimane in camera. L'unico incoveniente é l'aria condizionata, sempre troppo bassa.
L'operazione e' riuscita perfettamente, fra qualche giorno mi toglieranno i punti.

La fattura di tutto é stata di 1.350 $, la mia assicurazione mi ha coperto tutto, con l'eccezione del 50% della camera privata (costa 100$ a notte), cosí ho pagato $100, per essere rimasto lí 2 notti.

Quindi RICORDATE, se venite a vivere a Panama FATEVI l'assicurazione, un incidente puó succedere.

Proprio in questi giorni, ho saputo di un italiano, che vive qui da molto tempo, che ha un grosso problema alle coronarie, non si é mai fatto l'assicurazione, l'operazione che in italia ha costo zero, qui é stata preventivata per 15.000 $, e lui avendo questo problema al cuore non puó prendere l'aereo. 
Un assicurazione costo circa  75$ al mese, ma vi fa stare tranquilli

giovedì 5 maggio 2011

Casi divertenti: il potere dell' Arrocha (farmacia)

In italia quando uno ha mal di testa va in farmacia, ora certi farmaci si trovano anche al supermercato, ma di solito si va in farmacia. Il dottore ti prescrive un farmaco vai in farmacia, qui é lo stesso: se il dottore ti prescrive un farmaco vai in farmacia. Le due piú grandi catene di farmacia sono "Metro" e "Arrocha", anche nei supermercati c'é  una farmacia. Ma se dovete andare a comprare una Macchina per fare la Pasta, tipo Imperia dove andate? Ebbene qui, dopo aver girato supemercati, ferramenta etc, una persona mi ha detto:"Hai provato all'ARROCHA?" ed io"in Farmacia???" ebbene signori e signore la macchinetta era lí ad aspettarmi.
Queste farmacie, sono piú dei supermercati (senza generi alimentari) dove trovi cose che non trovi in giro, quindi quando uno cerca qualcosa prima va all'Arrocha, se non c'é prosegue con la ricerca normale.

sabato 30 aprile 2011

Viaggiari liberi

Avevo promesso che se riuscivo linkavo questo blog, non ci sono riuscito quindi lo scrivo di seguito, andate a visitarlo
http://www.viaggiareliberi.it/
grazie michele

Vi prego se volete investire BASTA ristoranti Italiani

In questi giorni, stavo dando un'occhiata al sito http://www.degustapanama.com/  per vedere dove andare a proporre i miei ravioli ed ho notato un aumento di Ristoranti Italiani, tutti hanno dei giudizi buoni( fino al momento che ho letto io), ma non poteva essere altrimenti. Poi andando in giro mi hanno detto di altre aperture. Signori BASTA, qui non siamo a New York,  siamo  a Panamá.
Faccio un analisi:
1. Panamá cittá 1.300.000 abitanti
2.costo medio di un ristorante italiano, min. 30$ a persona
3.persone che hanno questa possibilitá economica  700.000, e qui pensate bene c'é lavoro per tutti, continuate a seguirmi nel discorso,
4.saranno almeno 20 il numero di ristoranti italiani e pseudo, qui ci vuole una parentesi:.
Per il panamense medio la cucina italiana é quella offerta dai 3 e ripeto TRE ristoranti che sono qui dal 1960!!!!, quindi la nostra cucina "vera" (devo mettere tra parentesi, in quanto di materia prima vera italiana lo vista solo in un ristorante aperto solo la sera e che per mangiare ci voglio circa 60$ a persona escluso bevande), per il resto é inventarsi una cucina italiana con prodotti locali: esempio "corvina all'ananas" (corvina é un pesce), ora va di moda "il Carpaccio" piatto gran gourmet italiano con rucola e grana , peccato che la rucola costa un accidente e il grana ( e quello italiano non si trova) esiste il surrogato americano pure, se ci mettiamo che la carne nazionale qui é insapore andiamo a pagare questo piatto circa 10$ ( se va bene)  oppure lo condiamo con salsine strane "Famose nella nostra cucina!?!?!?!" e lo facciamo pagare carissimo.
5. numero di ristoranti a panama citta DECINE di CENTINAIA di tutti i prezzi e (qualche decina di Ristoranti di alta classe(?) dove vanno le persone che hanno isoldi., la maggior parte fa cucina che piace al panamense, ha un menú lunghissimo, ha dei prezzi bassi (non entro nel merito rapporto qualitá/prezzo in quanto al panamense medio ció non interessa, interessa il rapporto quantitá/prezzo)
6. Per cui dato il numero di clienti e dato il numero di ristoranti, la possibilitá di avere dei clienti scende drasticamente


Quindi é MIO GIUDIZIO personale che un ristorante tipico italiano, dopo un inizio piú o meno promettente
é un attivitá da non fare.


Ora, i " nuovi" dicono, " ma sai io faccio una cucina piú raffinata" mia risposta " con quali prodotti", " ma sai io faccio piatti gourmet" mia risposta "al panamense medio non piace e quello alto ha giá i suoi club".
Io faccio consulenza presso ristoranti che sono qui da una vita, italiani e non e vi assicura che hanno un potere di acquisto enorme, quindi se io compro a 2$ la libra la corvina, quando la rivendo costa 8 $ la libra, ebbene in certi rstoranti il prezzo é 6$ la libra, per cui non puó esistere confronto.


Inoltre ci sono delle realtá, che non posso descrivere in questo Blog, che mi hanno fatto decidere di lavorare per i Ristoranti, ma non avere un ristorante.


Spero che le mie previsioni siano smentite nel corso di quest'anno e in bocca al lupo a tutti i ristoratori italiani esistenti qui, ma vi prego non aggiungiamone altri.

domenica 24 aprile 2011

Mi sono ricordato perché sono venuto a Panamá

L'altro giorno, una mia amica dall'Italia, mi ha scritto:
"Ciao Stefano, noi stiamo bene, tutti di corsa ma bene", ecco le tre parole per cui sono scappato dall'Italia "TUTTI DI CORSA", ma dove si corre? perché si corre? Questa continua guerra contro il tempo, sapendo che se riusciamo a fare tutto, al massimo pareggiamo, altrimente vince il  tempo.
Ebbene io non ce l'ho fatta piú e sono andato via, qui il TEMPO e´TEMPO, non denaro, ma poi quanto costa il TEMPO?
Uno dei vantaggi di questo paese e che hai tutte le condizioni per non dover lottare contro il tempo:
1. Supermercati aperti 24 ore al giorno per 365 giorni
2. Farmacie aperte 24 ore al gorno per 365 giorni
3. banche aperte dal lunedí al venerdi dalle 8.00 alle 15.00 orario continuato, cosí nella pausa pranzo una persona puó andare in banca e il sabato dalle 8.00 alle 12.00
4. ristoranti aperti dalle 11.00 alle 23.00, alcune caffetterie anche 24 ore
5. Tutti gli uffici aperti dalle 8.00 alle 15.00
6. Negozi aperti dalle 8.00 alle 18.00
7. I centri commerciale dalle 9.00 alle 19.00 tutti i giorni
Quello che si puó fare si fa oggi, altrimenti si fará domani.


In Italia avevo una vita programmata, alzarsi salire in macchine essere in ufficio alle 8.00, mangiare dalle 12.30 alle 14.00, finire di lavorare andare a far la spesa, il sabato cercare di fare tutto quello che non si riusciva a fare durante la settimana.


Qui ci alziamo presto, alle 6.30 del mattina, quando sorge il sole, colazione in giardino e poi andiamo a lavorare arriviamo per le 8.30 lavoriamo quando ci viene fame andiamo  a mangiare, finiamo di lavorare, ci fermiamo a fare la spesa oppure andiamo a casa mangiamo e se bisogna comprare qualcosa si va a fare la spesa alle 22.00 alle 23.00.
Insomma la guerra contro il tempo qui non esiste, e vi assicuro
 si vive meglio.



sabato 23 aprile 2011

San Blas

San Blas e' un arcipelago di 365 isole, nell'oceano atlantico, in una regione indipendente di Panamá, le isole della Comarca di kuna Yala, gestino dagli indigeni Kuna .
Mi ero sempre rifiutato dia nadare a visitare queste isole per due motivi:
1. IMPORTANTISSIMO, si mangia solo pesce (aragoste, granchio etc) a me non piace il pesce,
2. si arrivava solo in aereo, ma questi aerei sono cosí piccoli che io alto 1.80 per entrare dovevo abbassarmi
3. si vive in capanne

Dopo molti anni sono riusciti a finite la strada quindi ora con un viaggio di circa 3-4 ore si arriva tranquillamente al porto dove ci si imbarca per recarsi all'isola prescelta.

Cosi' il 16 ottobre del 2010 alle 6.00 del mattino siamo partiti in AUTO, io sono andato con la mia ( altri che hanno usato l'auto che ti porta costa 75$ per anadate e 75$ al ritorno, con il mio fuoristrada che consuma come una ferrari ho speso 50$ di benzia e siamo andati in 5) per recarsi all'isole di San Blas.
Il viaggio é durato 4 ore con una tappa per fare colazione, attraversando delle montagne incredibili, mi sembrava di essere in trentino, la nebbia mattutina, solo verde, niente case e la PIOGGIA, e si' quel giorno pioveva (siamo anche nel periodo delle pioggie). arrivati al porticiuolo ci siamo subito scontrati con l'inefficienza e la poca organizzazione dei Kuna. Pur avendo prenotato non c'era la barca per il trasporto, comunque dopo 1/2 ora sono riusciti a recuperare un mezzo adeguato a trasportarci tutti e 10, ebbene si eravamo una comitiva di 10 persone che avevamo prenotato regolarmente, via web e conferma telefonica.
Per entrae nella camarca, questa zona indipendente costa 5$ a persona, per parcheggiare la macchina altri 3 $ a notte, il soggiorno comprensisivo di pranzo, cena e pranzo del giorno dopo é costato 70$.
Arrivati sull'isola, abbiamo a spettato ore prima che ci dessero le capanne alla fine ne avemo prenotate 5 e ce ne hanno dato 4, un bagno in comune per tutta l'isola. L'isola grande quanto un fazzoleto aveva 6 capanne e una decina di posti tenda. Non esiste corrente elettrica, tranne quella che riescono a produrre con un pannello solare e una batteria d'auto, NON ESISTE ACQUA POTABILE.
Per fortuna che io essendo di origini meridionali ( in questo caso mi piace dire di origini Terrone non é in senso dispregiativo) mi porto sempre tutto dietro.
Avevo calcolato che dovevo mangiari lí 3 pasti, ma io non mangio pesce, mi sono portato nella borsa frigo, prosciutto cotto, sottilette, acqua, birre, pane, biscotti insomma il minimo per sopravvivere(PER FORTUNA) siamo arriva sull'isola alle 10.00 del mattino, ci hanno servito il pranzo alle 5.00 del pomeriggio TUTTO A BASE DI PESCE eppure mi avevano detto che mi cucinavo il pollo, hanno diviso 5 aragoste in 10 persone con un po´di riso, NON c'era acaqua potabile in quanto NON era arrivata la barca.
La sera ci hanno servito (alle 10.00) le rimaneti 3 aragoste divise in 10 con il riso
il amttino seguente una colazione a base di 1 uovo e finalmente alle 9.00 e´arrivata l'acqua potabile
Con il mio cooler (borsa frigo) ho sfamato e dato da bere a 10 persone.
In mattinata ci siamo trasferiti su un altra isola dove abbiamo pagato 10$ (se volevi mangiare costava 15$) per entrare e dicevano che avevamo diritto a tutto, poi ci hanno chiesto 1 $ per la sedia a sdraio
Onestamente il costo non vale il posto le isole sono belle, vergini, non c'e' mano dell'uoma ma i Kuna sono diventati ingordi per una gita di 2 giorni spendi circa 300$ a persona, per avere NIENTE,si spende molto meno e il mare é lo stesso, andare a isla grande spostata di qualche KM ma li hai tutto, mangiare, bere e sono organizzqati,vi parleró di Isla grand un altra volta.
Concludendo le Isole San Blas sono come Venezia o la costiera Amalfitana, da vedere una volta nella vita, cercando di farsi spellare il meno possibile
ciao a tutti
appena capisco come mettere le foto le allego

Pasqua a Panamá

Siamo arrivati a Pasqua.
Qui il Venerdí santo é un giorno di "Meditazione", cioé :
1. chiusura generale delle attivitá, solo qualche ristorante rimane aperto
2. vietata la vendita e l'assunzione di bevande alcoliche dalle 00.00 alle 23.59 del giorno, quindi se andate in un ristorante non potete bere alcool, birra compresa, in caso di vendita o di assunzione di alcool c'é l'arresto
3. chiusura dei Casinó, é l'unico giorno in cui i Casinó sono chiusi

Ebbene quest'anno, come tutti gli anni, siamo andati al mare, sull'oceano atlantico. Dalla cittá le spiagge piú vicine dell'oceano atlantico sono" Playa langosta" e dopo "isla grande" sono rispettivamente a circa 80 km e 130 km dalla cittá . ë stata una giornata eccezionale , ad eccezione del ristorante sulla spiaggia dove abbiamo mangiato, abbiamo atteso circa un ora per essere servite e avevamo solo due tavoli prima di noi, ma questa é Panamá., ma il mare era stupendo, l'acqua calda al punto giusto, una leggera brezza che smorzava il caldo dei caraibi e un sole "SCOTTANTE"

Oggi sabato tutti lavorano e domani é una domenica come le altre.
Per il panamense questa é l'ultima festa, bisognerá aspettare fino a novembre per avere delle altre  feste, il 15 agosto si festeggia solo a panama cittá.

Al supermercato

Il supermercato qui  é aperto 24 ore per 365 giorni, una vera manna. Pensate il non dover correre per fare la spesa perché il "Super" chiude. Vediamo ch supermercati abbiamo:
EXTRA é il supermercato piú economico in ogni zona
REY é meno economico del primo, in ogn zona
99 é di proprietá del Presidente, é quello piú fornito (sempre a mio giudizio)in ogni zona

MACHETAZO é un supermercato aperto dalle 8.00 alle 21.00 tutti i giorni é ha prezzi molto popolari ce ne sono 5
RIBA SMITH é un supermercato non aperto 24 ore, ma aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00, ma qui si trova per la maggior parte cibo importato da tutto il mondo, ë sicuramente molto caro, ce ne sono 3
MEGADEPOT é un supermercato aperto tutti i giorni dalle 8.00 alle 22.00 é simile alla nostra Metro solo senza tessera, qui le confezioni sono famiglia ce ne 1
PRINCESMART ë come la METRO hai bisogno della tessera che costa 30$ annuali, ma non devi per forza essere un comerciante, le confezioni sono famiglia, é il punto di rifornimento di molti commercianti.ce ne sono 3

Una particolaritá non sempre quello che si trova in una filiale del supermercato si trova negli altri, per esempio il gorgonzola si trova solo al 99 di Punta Patilla (Punta Patilla é una zona ricca a maggiornza ebrei, qui ci sono tutti i negozi KOSCHER, sembrano gioiellerie per i prezzi), ma non si trova negli altri.

I supermercati sono grandissimi é comprendono sia mangiare che altro, piccoli attrezzi per il giardino, la pittura, idraulica,ferramenta, scuola insomma di tutto un pó, nella maggior parte delle filiale ci sono il banco carne, il banco formaggi e salumi, oppure nei frigo esiste il giá porzionato,la frutta e verdura é self service o giá porzionata. Qui apro la note dolente, in Panamá non é facile trovare verdura, il panamense la mangia poca, quindi troviamo: Yuca, Barbabietola, cavolo, lattuga (poca) pomodori, melanzane (molte) cavolfiori (molti) culandro, patate, cipolle, carote il sedano (non sempre) come il prezzemolo, per il basilico bisogna andare dai FRUTTERIA MIMÏ una catena cinese, peperoni nostri (Cari) , ají che sembrano i peperoncini piccoli verdi nostri, questi a volontá.

Girate per il supermercato, comprate riempite il carrello e andate alla cassa. BUONA FORTUNA, scherzo, ma non molto. Per fare la spesa abbiamo impiegato 60 minuti, alla cassa con 3 persone davanti possiamo stare anche 15 minuti, come mai? Semplice! Arriviamo con il carrello alla cassa, dobbiamo mettere tutto sul nastro E LASCIARE IL CARRELLO PRIMA DELLA CASSA, ora mi chiedete come faccio a portare la spesa alla macchina????????? Semplice !!!! Se avete una borsa o due a mano, altrimenti potete usare i ragazzi, studenti, che si guadagnano qualche soldo, impacchettando e portandovi le borse alla macchina.
Chiarisco meglio: dopo aver depositato TUTTO  il contenuto del carrello sul nastro, la cassiera passa la merce sul lettore ottico e passa la merce, qui ci sono dei ragazzi studenti, regolarmente "assunti, ma non retribuiti in fondo spiego meglio" dal supermercato che insacchettano la merce, questi ragazzi, se lo chiedete, vi portano la merce fino alla macchina e la caricano, naturalmente sta nel vostro buoncuore, ma in realtá é un obbligo, dare una mancia, ora é buona abitudine dare 0.50$, se peró avete molta merce o pacchi pesanti si lascia anche il dollaro.
Se non ci sono i ragazzi la cassiera insacchetta tutto, e qui sta la perdita di tempo.

I Ragazzi della cassa: sono studenti che chiedono di andare a lavorare al super, questi sono "assunti" dal super DOPO l'orario scolatsico e NON possono lavorare di notte, inoltre devo essere della zona. Onestamente non so se percepiscono qualche soldo dal supermercato, so che vivono con le mance.

domenica 17 aprile 2011

Parliamo di Istruzione e scuole

Un argomento che sicuramente sta a cuore a chi ha figli, noi non ne abbiamo, ma i due fratelli di mia moglie (di 6 e 4 anni) vanno a scuola perció siamo informati sull'argomento.
La scuola primaria (elementare) inizia a 5 /6 anni sono 6 classi
La scuola secondaria (media) inizia 11/12 anni e sono 6 classi
questa e´la scuola dell'obbligo
Dopo si puó andare al universitá (una nostra scuola superiore)
Non pensate che con tutto questo studiare ci siano dei geni, é mia opinione personale che l'istruzione qui é molto carente dalla primaria all'universitá.
Anche qui la scuola si divide in Pubblica e Privata (ribandisco cambia solo la quota che si paga, il livello rimane lo stesso, questa é sempre una mia opinione personale):
la scuola pubblica  paghi circa 20-30$ per l'iscrizione e non si pagano mensilitá,
la scuola privata paghi circa 200-300$ per l'iscrizione e poi mensilmente una quota 100-200$.
La scuola ha due turni : mattino o pomeriggio, il sabato sono chiuse
La scuola del mattino inizia alle 07.00 del mattino, passa il bus dell'istituto (questo servizio é a pagamento) a prendere i bimbi, il primo bimbo, quello che abita piú lontano, viene preso verso le 05.30 del mattino. La scuola termina circa 12.00 poi esiste un doposcuola (anche questo a pagamento) fino alle 18.00
La scuola del pomeriggio inizia alle 13.00 e termina alle 18.00
Mandare un figlio a scuola é costosissimo sia che sia pubblica o privata eccole le spese:
1. comprare l'uniformme, ogni scuola ha la sua uniforme camicia e gonna(per le ragazze) camicia e pantaloni (per i ragazzi), e  scarpe. l'uniforme esiste dalle primarie all'universitá compresa
2. i libri neanche in italia ho visto tanti libri come qui
3. i quaderni stesso discorso dei libri
4. il pasto per mangiare (non esiste mensa)
5. spese per attivitá ricreative settimanali
6. spese per le feste, ebbene si qui fanno festa per tutto, quando si compiono gli anni si fa una festa a scuola, con scambio di regali (sulle feste faró un POST apposta)
7. la quota mensile

Ricordiamoci sempre quanto quadagna una famiglia panamense : quelli poveri, lavoarndo in due quasi 1000$ al mese e le famiglie hanno dai 2-5 figli (argomento di un POST la Famiglia)
quelli medi arrivano ai 1400$
quelli fortunati ai 1700$

Cosí chi puó permetterselo dopo le secondarie si trasferisce all'estero per studiare e una volta laureato ritorna  a Panamá.

Parliamo di Sanitá

Buongiorno a tutti,
dopo un pó di pausa, per questioni lavorative, eccomi qua ad affrontare un tema MOLTO importante, ma troppo spesso sottovalutato: La Sanitá.
Qui a Panamá NON esiste la sanitá pubblica, intesa come da noi in Italia.
Un panamense lavoratore paga il Seguro Social (la nostra INPS) sulla busta paga nella misura del 8% dello stipendio, il datore di lavoro paga invece il 12%. Ogni fine mese il datore di lavoro va presso CSS(Caja de Seguro Social) paga e gli viene data una Ficha ( la ricevuta dell'avvenuto pagamento), questa Ficha il datore la dá al lavoratore cosí in caso di malattia potrá presentarsi presso uno ospedale pubblico per farsi curare gratuitamente, questa ficha si estende anche ai figli e moglie. Se ci pensate questo sistema fa sapere subito al lavoratore se il suo datore di lavora gli sta pagando i contributi, non come in Italia che molte persone quando vanno in pensione scoprono che qualche datore di lavoro si era "dimenticato" di pagare oppure aveva pagato meno.
E chi non ha questa Ficha? NON si cura.
L'altro sistema per farsi curare é avere un assicurazione, in questo caso con circa 100$ al mese si ha un'assicurazione discreta, e ti permette di essere curato presso gli ospedali privati.
Una visita specialista costa circa 50$, parlo di un medico mettiamo anche primario di un ospedale o pubblico o privato, invece andare in ospedale costa tantissimo.

Un pó di tempo fa ho avuto il bisogno di andare in Pronto soccorso di notte, niente di grave, la tensione del particolare momento, avevamo chiusa un attivitá ne dovevamo aprire un altra, avevo molto dubbi e i soldi iniziavano a scarseggiare,  mi aveva dato uno strano formicolio su tutto il viso, ero diventato rosso, mia moglie spaventata mi ha portato al pronto soccorso dell'Hospital Nacional
Appena  ho dovuto consegnare la mia tessera dall'assicurazione, dopo un controllo, ma hanno visitato erano le 3.00 di notte, ma hanno fatto subito uno Tac!!!(altro che sei mesi come in italia o 6 ore nei pronti soccorsi) alla testa ($900 circa), un iniezione hanno chiamato un medico che é arrivato alle 8.00 del mattino!!!!!!!!!!!!! dopo 5 ore, la sua diagnosi é stata : Possibile eschemia transitoria, consiglio: ricovero per 48 in stato di osservazione. Io mi sono rifiutato: primo perché non riuscivo piú a capire quando parlava il medico e quando parlava il contabile( essere ricoverato costa, anche se pagava l'assicurazione), e poi mi hadetto: se si dovesse ripetersi abbiamo solo 3 ore per intervenire, MA PEZZO DI ANIMALE se TU HAI IMPEGATO 5 ORE PER FARMI UNA VISITA, ORA POTEVO ANCHE ESSERE MORTO!! Morale della favola non si é rietuto nulla, é stato solo un attacco di panico dovuto al particolare momento. Il tutto é costato circa $ 1400, di cui io ho pagato $300, il resto l'assicurazione

Di contro, ogni mese vado a farmi controllare da un ematologo, il quale é un vero professionista, molto bravo, aggiornato, va all'estero per le conferenze di aggiornamento, ha studiato negli USA.

Gli ospedali privati sono degli alberghi 5 stelle, le stanze sono tutte singole con tv e letti con ruote, reclinabili e con telecomando  sui braccioli.

Mi hanno consigliato in caso di necessitá di andare in un ospedale pubblico, farmi fare la diagnosi, e poi andare in un ospedale privato a farmi curare. E questo perché: nell'ospedale pubblico sono bravi, hanno le strutture, ma non possono tenerti per molto tempo, quindi le diagnosi sono veloci, poi per essere sicuri di essere curati bene, si va nel privato.

Gli ospedali si trovano nella capitale e in misura ridotta nelle altre cittá fuori della cittá esistono strutture "pseudo ospedaliere" dei "laboratori medici"

Se pensate di venire a Panamá valutate questo punto.

sabato 9 aprile 2011

Quanto costa vivere a Panamá

Eccomi qua,
Quanto costa vivere a Panamá?
La risposta é sempre la stessa dipende dal tenere di vita che uno vuol tenere, ma ci sono questi punti da tenere presente:
1. a Panamá la popolazione si puó dividere in quattro gruppi, il primo gruppo guadagna dai 300 ai 500 dollari AL MESE ( i molti), il secondo dai 500 ai 1.000 (un buon numero) dollari, il terzo dai 1.000 ai 2.000 (pochi), e infine gli over 2.000 pochissimi.
2. il costo della vita per un Panamense é abbastanza alto se non hanno una casa l'affitto (solo per loro) é di 200$, la luce circa 10$, la bombola di gas 4$ (dura un mese) il trasporto con il bus 0.25 $ per tratta ipotizziamo due tratte per 26 giorni, andata e ritorno sono 0.25x2(tratte)x2(andata e ritorno)x26 (giorni) 26$, mangiare a pranzo circa 3$ al giorno = 78$ mese, il cellulare eh si qui tutti hanno il cellulare circa 20$ mese, come vedete c'é poco da stare allegri

Noi stranieri la casa in affitto costo dai 500$ in su, é abbastanza difficle vivere nelle case del panamense povero, in quanto vivono in zone non propriamente sicure e poi sono case non completate. ATTENZIONE qui non esistono le baracche, le case pur umili sono fatte di blocchi di cemento oppure in legno stile casa della prateria.la luce é la stessa la bombola idem. mangiare in un ristorante costa dai 20$ in su a persona, quelli italiani sono i piú costosi e non entro nel merito della questione, fare la spesa in un supermercato cercando di adeguare i nostri gusti alla materia prima esistente puó costare 60 $ alla settimana.

Una breve parentesi sul mangiare questo paese é una pseudo colonia americana.qui non esistono:
mozzarella, ricotta, pane buono, formaggi italiani (esistono delle pessime imitazioni) il riso arborio esiste solo il riso "cinese", prosciutto crudo e gli insaccati italiani, la pizza é del tipo americana, in questo momento in solo due posti si mangia la pizza italiana ( ai panamensi la nostra pizza non piace, a loro piace la pizza alta-gommosa), le verdure ( qui abbandano melanzane, carote, cipolle, verze, lattuga) il resto che conosciamo non c'é, la carne é insapore ed esiste un solo taglio. Il vino é molto caro si parte da 3$ alla bottiglia, quello scarso; una bottiglia discreta si aggira sui 6-7 $ (nei ristoranti una bottiglia di vino costa dai 20$ in su). Per cui se uno vuole magiare stile italiano costa molto

Una macchina fuoristrada, qui si usano solo quelli, va dai 10.000 $ in su, ma la benzina costa, in questo momento che siamo nel periodo caro, 4$ al gallone 1 gallone vale 3.85Lt per cui 1 Lt costa 1 $al litro. Ogni due settimane il prezzo varia e Sale o Scende durante l'anno si passa da 2$ al Gallone ai 4$ al gallone

Una villa di circa 350mq con 300 mq di terreno parte da 150.000 $ in su dipende dalla zona, mentre un appartamento nei grattacieli di circa 150 mq puó costare da 150.000$ costa meno la villa che l'appartamento

Concludendo per vivere a Panamá comprando una casa, e vivendo decentemente con standard europei occorro circa 2.000 - 2.500 $ al mese.

Parliamo di Panamá

La repubblica di Panamá é lunga quasi come l'Italia e larga un 80 km la parte piú stretta con circa 3.000.000 di abitanti cioé una densitá di 40 persone per Km quadrato, ma la maggior parte vive a Panamá cittá (1.300.000 abitanti), la capitale.
Le altre cittá sono: Colon (150.000 abitanti) sul versante atlantico, David (100.000 abitanti)  nella provincia di Chiriqui, ora stanno nascendo, o meglio si stanno ingrandento cittá come Santhiago, Chitre.
Panama cittá : é la sede degli affari, del governo.
Colon: vive con la sua Zona Libre, cioé un punto dove tutte le merci arrivano via mare da tutti gli stati del mondo, vengono sdoganate, senza tasse, divise e spedite ai vari paesi, tutti gli affari svolti nella ZonaLibreColon sono esentasse
David: La regione di Chiriqui é la regione agricola, riso, vegetali, frutta quello che viene prodotto per lo piu viene esportato, infatti verdure che si trovano a David, non vengono spedite a Panama cittá.
Ricordiamo che Panamá NON ha industrie, o quelle che ci sono sono molto poche, esportano materia prima, frutta, verdura, pesce( un paradossa a panamá citta non si ha tutto il pesce che si pesca, ma si trova sola: la Corvina, le Vongole, il Tonno, il Polpo, Gamberetti e Astice, il Pargo (non sempre) e altri pesci meno pregiati, ma per esempio niente pesce spada???) e importato prodotti finiti.

Io vivo a Panama cittá, ma sono stato a David, di cui mi sono innamorato, una piccola cittadina in circondata da monti, niente stress, la gente esce la sera, la sicurezza é massima, di Colon non posso parlarne, anche perché ci sono stato una volta e non mi é piaciuta, troppa violenza, molto sporco, penso che sia rimasta una cittá corsara, lo stesso dicasi per la ZLC, me la pensavo diversa invece é un insieme di magazzini ( qui in teoria si vende solo all'ingrosso) e la maggior parte di questi magazini non ha uno show room per cui si vede poco.
Per non annoiarvi nel prossimo parleró della vita panamense e di quanto costa vivere a panamá

sabato 2 aprile 2011

Mi presento

Ciao, a tutti, ho deciso di scrivere questo "blog" (prima non sapevo neanche cosa fosse un "blog", perché ultimamente sto sentendo di molti italiani che vengono a Panamá per trasferirsi. Ma la cosa che piú mi ha sconvolto é che ci sono italiani che vivo qui e che fanno vedere Panamá come un paradiso terrestre.
Mi chiamo Stefano e  vivo qui a Panamá da tre anni con mia moglie Emanuela ,in italia avevamo un ristorantino a Rho (MI), qui abbiamo gestito un ristorante, poi abbiamo aperto una pizzeria tutte attivitá che abbiamo chiuso ed ora ci occupiamo di produrre pasta fresca da vendere ai ristoranti.
Qui si sta un po´meglio che in italia, ma NON é il paradiso terrestre anzi bisogna stare molto attenti a come si investe il capitale. Cerco c'é un mondo fiscale diverso, meno deliquenza ma ci sono anche cose a cui diventa difficile abituarsi.
comunque se qualcuno vuole avere informazioni puó scrivere liberamente io racconteró la nostra esperienza, con le mie opinioni (che non sono veritá assolute), ma sono maturate dopo tre anni di vita a panamá. Conclude dicendo comunque che non é nei nostri piani rientrare in italia a breve peridodo